Crea sito

Il cantiere

Che fracasso stamattina, non si dorme nemmeno in cucina.
Un rumore fastidioso, rimbombante e misterioso,
ha svegliato all’improvviso, alle sette di preciso.
gli abitanti del quartiere, sembra a causa del cantiere.

 

Gira voce che è arrivata,
un’impresa ben attrezzata,
sta allestendo i macchinari,
piccoli, grandi e straordinari.

E sul terreno recintato, proprio intorno all’isolato,
s’era alzato un polverone,  un viavai, che confusione!
C’eran uomini in caschetto, tutti insieme all’architetto,
ascoltavano con piacere le parole dell’ingegnere.
Col progetto presentato, messo a punto e ben studiato,


ha disposto cosa fare, e ora tutti a lavorare!
Muratori, carpentieri, macchinisti e cementieri.
Operai e manovali, con carriole e materiali,
con gli attrezzi ben oliati, e i motori già avviati,
fanno ognuno il suo mestiere, e son pronti a cominciare.

Chi ha la ruspa escavatore, chi il bulldozer demolitore.
Chi il martello a percussione, col motore a compressione.

Su una gru davvero alta, il macchinista si consulta,
sposta carichi e gira intorno, lentamente tutto il giorno.

L’autocarro  del trasportatore, monta un braccio sollevatore,
ha un grosso gancio per sollevare, quanto peso può caricare!.
Ruota e mescola la betoniera, fa cemento fino a sera.

 

Ma ora tutto il vicinato, dal balcone s’è affacciato.
Sono ancora insonnoliti, e anche molto preoccupati.
“Chissà cosa costruiranno, ci vorrà di certo un anno.
Il concerto è garantito, ma che guaio per l’udito!”

 

 

 


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.