Crea sito

Vacanze estive

Che sorrisi stamattina,
gira un’aria genuina.
Alla scuola dei bambini,
stanno tutti seduti vicini.
Sono intenti ad ascoltare,
a dipingere e punzecchiare.
Sempre insieme tutto l’anno,
quante cose impareranno?

Ma c’è un giorno per studiare,
ed un altro per giocare.
Altre poi le circostanze,
sono i mesi di vacanze.
E quel tempo è arrivato,
e d’estate s’è agghindato!

La maestra rassicura:
“Ce ne andremo in villeggiatura!”
Mostra il libro del ripasso:
“Su tranquilli sarà uno spasso”.
Non c’è un bimbo che protesta,
nelle classi è già una festa.
Si salutano tra amichetti,
baci, abbracci e sorrisetti.
E così la scuola chiude,
ed un anno si conclude.

Ora i bimbi che faranno?
Chissà dove se ne andranno?
Chi al mare e chi in montagna,
c’è chi se ne va in campagna.
Resta solo da riempire,
le valigie e poi partire.
C’è già un bimbo col costume,
va al mare mica al fiume.
Lui ha fretta e vuol nuotare,
ma si deve preparare.
Ai suoi giochi, chi ha pensato?
Non l’avevano avvisato?
Per fortuna i genitori,
i suoi due più grandi amori,
un aiuto glielo danno,
così presto finiranno.
“Non dimentichiamo niente,
soprattutto il salvagente!”


Ma s’accorge mentre aspetta,
che la mamma è un po’ interdetta.
I braccioli e la ciambella,
quella a forma di una stella,
li ha gonfiati in tutta fretta,
“Son bucati che disdetta!”
Ora il bimbo è un po’ smarrito,
ha già perso il colorito.
Lei lo calma in un momento:
“Su non essere scontento,
ne troviamo altri cento!
Tanto in spiaggia se vorrai,
quanti giochi porterai?”
Le formine, l’aquilone,
e ricordati il pallone.
Col secchiello e col rastrello,
potrai fare un bel castello.
Manca ancora la paletta,
la carriola e la racchetta.
Un astuccio per conchiglie,
un sacchetto per le biglie.


Poi arriva il suo papà,
dice: “Guarda che c’è qua!
Poffarbacco quanti giochi,
sembra quasi che traslochi!
La vettura adesso è piena,
rassomiglia a una balena!”
Finalmente son partiti,
son contenti ma sfiniti,
Ma ad un tratto il ragazzino,
fa uno scatto repentino.
“Mamma papà c’è stato uno sbaglio,
manca la maschera col boccaglio!”
Strizzano l’occhio i genitori,
sembrano proprio degli attori.
“Per stavolta non ti agitare,
su di noi ci puoi contare!”


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.